Come dire al mio bebè che è nato/a tramite ovodonazione?

Torna all'elenco

Come dire al mio bebè che è nato/a tramite ovodonazione?

Una procedura FIVET con ovodonazione può rappresentare un periodo difficile per i genitori. Questo vale specialmente per le future madri, che devono accettare che l’embrione venga dagli ovuli di un’altra donna, anche se il loro futuro bebè crescerà nel proprio utero. Ad Unica, il nostro team cerca sempre di rendere questa procedura il più semplice possibile per entrambi i genitori. Per quanto possa sembrare difficile, consigliamo comunque di far sapere al vostro/a bambino/a com’è venuto/a al mondo. In questo modo eviterete le potenziali conseguenze di non aver detto loro la verità, il che potrebbe ferirli psicologicamente in futuro. In qualsiasi famiglia o relazione, la comunicazione è la chiave del successo, come in questo caso. 

Se state pensando di dire ai vostri figli del loro concepimento tramite ovodonazione, questo è l’articolo giusto per voi. 

Come fare? 

Parlare ai bambini piccoli di questi argomenti può sembrare difficile, ma la spiegazione può essere abbastanza diretta. Potreste approcciare il discorso come una storia parlando coi bimbi piccoli. Potreste spiegare come avete trovato la donatrice di ovuli e quanto è stata gentile in aiutarvi e donare l’uovo per la fertilizzazione. 

Spiegare tutto ciò ad un adolescente potrebbe essere più difficoltoso. Potrebbero essere meno comprensivi e avere reazioni negative perché non è stato detto loro in precedenza. La discussione con un teenager deve essere più specifica. Cercate di ricordarvi che la pazienza è la chiave, e potete rilevare le cose passo per passo. Potete iniziare col dire che concepire un bebè è stato molto difficile per voi come coppia e che il vostro scopo era trovare la soluzione migliore. Poi vi siete recati da diversi dottori e avete scoperto che il miglior modo possibile per rimanere incinta era tramite ovodonazione. 

Questa discussione porterà a diverse domande da parte dei vostri figli, quindi non abbiate paura di rispondere e cercate di adattare le vostre risposte all’età dei figli. Nel crescere, i vostri figli potrebbero chiedere se possono incontrare la donatrice. Tuttavia, ciò non è possibile ad Unica perché tutte le donazioni sono anonime. 

L'ovodonazione non è un processo semplice, né per i genitori né per i figli. Ecco perché devono sapere al più presto da dove vengono. Presso le cliniche Unica, le nostre coordinatrici sono pronte a darvi consigli sulla vostra attuale procedura di FIVET e quello che succede dopo. Il nostro team fa del proprio meglio per realizzare il vostro sogno di avere un bebè!

Articoli Correlati

Siamo qui per Voi

Non avete trovato le informazioni che cercavate? La nostra coordinatrice risponderà volentieri a tutte le Vostre domande e Vi aiuterà con la prenotazione della visita presso il nostro centro.

Contattaci