Contatti

Telefono:
+420 54321 7777

Come arrivare?
Unica, spol. s.r.o.

Barvičova 833/53
602 00 Brno
Masarykova čtvrť
Mappa

Email:
ivf@unica.cz

Riassunto dei metodi

Alla clinica Unica avete a Vostra disposizione tutti i metodi più moderni ed efficaci per la gravidanza riuscita.

Conoscete questi metodi già adesso e parlatene in dettaglio con il medico al nostro centro. Vi aiuteremo volentieri a scegliere il metodo più adatto per Voi.

Metodi di concepimento

Ci sono tre modi di concepimento di base. Il modo più adatto viene scelto in base ai fattori,che ostacolano la gravidanza spontanea. Il nostro medico valuterà la Vostra situazione particolare, scegliendo il procedimento per risolvere il Vostro problema.

IUI

Inseminazione
intrauterina (IUI)

L’inseminazione intrauterina è il metodo più antico e facile di trattamento dell’infertilità. Le condizioni, sotto le quali si può accedere a questa terapia, sono gli spermatozoi sani nell’uomo, le tube pervie e l’ovulazione comprovabile nella donna.

Più sul metodo IUI

IVF

Fecondazione
in vitro (IVF)

Si tratta delle tecniche laboratorie speciali di micromanipolazione di alta qualità, quando ovociti vengono messi in un recipiente speciale in una soluzione speciale e successivamente vengono aggiunti spermatozoi, i quali devono penetrare negli ovociti da soli.

Più sul metodo IVF

ICSI

Iniezione
di un ovocita (ICSI)

Il metodo ICSI fa parte dei metodi più affidabili e moderni. Il metodo consiste nella scelta di uno spermatozoo di qualità, iniettandolo direttamente nel citoplasma di un ovocita.

Più sul metodo ICSI

Combinazioni possibili dei metodi di fecondazione con i metodi di supporto

Tecniche speciali di scelta degli spermatozoi IUI IVF ICSI
PICSI      
IMSI      
MACS      
Metodi per l’osservazione dello sviluppo sano degli embrioni
Embryoscope      
(PGS/PGD)      
Metodi per il trasferimento riuscito di un embrione nell’utero della donna
Laser - Hatching assistito      
ISMT      
SPI      
Metodi di prelievo degli spermatozoi
MESA      
TESE      
LAISS      
Possibilità di crioconservazione degli embrioni per l’uso successivo      

Metodi di supporto

Tecniche speciali di scelta degli spermatozoi

  • Magnete per gli spermatozoi (PICSI)  

    È una tecnica di scelta, sviluppata specialmente per l’iniezione successiva di un ovocita. Si fa uso del fatto, che l’involucro di un’ovocita contiene l’acido iarulonico e le teste degli spermatozoi sani contengono un ricettore per questa sostanza. Utilizziamo perciò questa sostanza come „un magnete per gli spermatozoi“, il quale attira gli spermatozoi più sani all’acido iarulonico. Gli spermatozoi selezionati in tal maniera saranno idonei per la fecondazione.

    Mentre il metodo ICSI consiste nella scelta di spermatozoi in base alla morfologia e motilità, PICSI ci permette di scegliere, oltre a questi criteri, lo spermatozoo con la dotazione genetica ottimale. Il metodo è adatto per i pazienti con i valori dello spermiogramma più bassi rispetto alla norma o per le pazienti che non sono rimaste incinte dopo più tentativi. Inoltre, il metodo è utile per le coppie con la fertilizzazione bassa o scarsa qualità degli embrioni nei cicli precedenti.

  • Osservazione sotto un microscopio (IMSI)  

    Il criterio più importante nella valutazione della qualità di spermatozoi è la loro morfologia, cioè l’aspetto fisico. Per questo, è stato sviluppato un microscopio capace di ingrandire gli spermatozoi fino a 6000 volte. Lo spermatozoo normale si muove avanti in modo progressivo e con tale ingrandimento scomparirebbe velocemente dal campo visivo del microscopio. La tecnica di computer speciale registra l’immagine dello spermatozoo, permettendo così la valutazione più accurata del suo aspetto fisico.

    Il metodo IMSI è adatto per i pazienti, lo spermiogramma dei quali dimostra la percentuale alta di forme patologiche ed eventualmente per i pazienti con il numero ridotto degli spermatozoi mobili o gli spermatozoi addirittura immobili. Viene anche raccomandato nel caso di scarsa qualità di ovociti della donna e soprattutto nel caso degli insuccessi ripetuti dei tentativi precedenti. Gli spermatozoi scelti con questo metodo vengono successivamente utilizzati per la fecondazione con il metodo ICSI – l’iniezione di un ovocita.

  • Separazione delle cellule attivate magneticamente (MACS)  

    La separazione delle cellule attivate magneticamente fa parte dei metodi avanzati di selezione non invasiva degli spermatozoi. Il metodo MACS permette una selezione funzionale degli spermatozoi vivi senza segni di apoptosi.

    MACS utilizza il principio di determinazione magnetica degli spermatozoi difettosi, che vengono successivamente catturati, utilizzando un campo magnetico. Gli spermatozoi difettosi vengono individuati dalle nanoparticelle magnetiche e successivamente sono legati ed eliminati dal campione.

    Il metodo è basato sulla determinazione selettiva delle cellule apoptotiche, ovvero le cellule che sono inutili o danneggiate e perciò sarebbero comunque eliminate dall’organismo con una morte cellulare programmata (apoptosi). Le tecniche comuni non devono essere in grado di individuare queste cellule. MACS è un metodo sensibile, capace di rivelare anche gli spermatozoi apoptotici in uno stadio precoce, ovvero gli spermatozoi che hanno un aspetto sano – la loro membrana cellulare sembra ancora indenne, ma il contenuto è difettoso. MACS è specializzato proprio sull’eliminazione di queste cellule.

    Gli spermatozoi rimanenti dimostrano i valori migliori della motilità, morfologia e frammentazione DNA rispetto al campione originario. Le possibilità di successo della fertilizzazione con questi spermatozoi sono più alte.

    Raccomandiamo di utilizzare questo metodo negli uomini che hanno: una percentuale alta di spermatozoi con DNA frammentato, patologie congenite di formazione degli spermatozoi, negli uomini che sono esposti all’influsso dei radicali liberi, fumo, temperatura elevata dei testicoli, sostanze chimiche (per es. alcuni medicinali, fumo), stress, oppure negli uomini in età avanzata e dopo i cicli di fecondazone assistita falliti ripetutamente.

Metodi per l’osservazione dello sviluppo sano degli embrioni

  • EmbryoScope  

    Il metodo ci aiuta ad individuare un embrione sano. In un box di coltivazione speciale, Embryoscope, gli embrioni vengono continuamente registrati con una videocamera microscopica per 24 ore al giorno, nel corso di 5 giorni della coltura prolungata. Valutando la dinamica dei stadi di sviluppo degli embrioni, la possibilità di ottenere una gravidanza aumenta significativamente già nel primo ciclo.

    Allo stesso tempo, EmbryoScope crea l’ambiente e condizioni migliori per lo sviluppo degli embrioni, i quali vengono monitorati continuamente, senza disturbare il loro ambiente naturale. In più, la scelta degli embrioni tramite EmbryoScope aumenta la possibilità di una gravidanza sana anche nel caso del trasferimento di un solo embrione, abbassando così il rischio di una gravidanza multipla.

  • Diagnosi genetica pre-impianto (PGS/PGD).  

    PGS – lo screening genetico pre-impianto consiste nel prelievo di alcune cellule del trofoblasto dell’embrione nello stadio di blastocisti e il loro successivo screening. Il prelievo delle cellule viene effettuato in modo molto delicato con un laser. Il laser OCTAX NaviLaseTM ci permette di prelevare le cellule ed effettuare l’esame genetico di tutti gli cromosomi degli embrioni, aumentando le possibilità di successo di un ciclo IVF e abbassando notevolmente il rischio di un eventuale aborto. La combinazione dell’uso di un tipo di laser più avanzato possibile e diagnosi genetica di tutti gli cromosomi degli embrioni è attualmente un trend più recente ed effettivo nel campo IVF.

    Per i pazienti con i difetti genetici o portatori dei geni delle patologie congenite – le cosiddette malattie monogeniche, la PGD – diagnosi genetica pre-impianto rappresenta spesso l’unica possibilità di avere un bambino sano.

    Il laser OCTAX NaviLaseTM ci permette di prelevare le cellule dagli embrioni ed effettuare l’esame genetico mirato ad una malattia genetica particolare.

Metodi per il trasferimento riuscito di un embrione nell’utero della donna

  • Hatching assistito con l’uso di un laser senza contatto (LAZT) 

    Laser Assisted Zona Thinning (LAZT) è un assotigliamento dell’involucro dell’embrione che favorisce l’attecchimento dell’embrione nell’utero.

    L’ovulo umano è avvolto da un involucro, il quale copre l’embrione anche durante il suo sviluppo. Prima dell’avvenuto impianto nella mucosa uterina, l’embrione deve uscire da questa membrana. Questo processo viene definito come hatching – la schiusa. Il supporto della sua fuoriuscita facilita di seguito il suo contatto con le cellule nell’utero, in cui sta per impiantarsi.

    L’hatching assistito con l’uso di un laser non può danneggiare l’embrione. L’uso di un laser senza contatto porta molti vantaggi rispetto ad un hatching classico e non disturba la zona protettiva e l’ambiente interno dell’embrione. Il metodo è adatto per tutte le coppie, perché si tratta di un metodo di supporto, il quale favorisce il ricevimento e attecchimento dell’embrione, aumentando così le possibilità di una gravidanza riuscita.

  • Soluzione preparatoria (ISMT)  

    Le possibilità di una gravidanza possono essere aumentate, preparando l’endometrio per il ricevimento della blastocisti (lo stadio precoce di un embrione) tramite i mediatori che favoriscono l’impianto – Implantation Support Medium. Il metodo può essere utilizzato soltanto insieme alla coltivazione prolungata.

    Durante la gravidanza spontanea, l’embrione viaggia tramite la tuba ovarica nell’utero, dove s’impianta il quinto giorno dopo l’ovulazione. Nel corso del viaggio comunica con l’ambiente circostante tramite sostanze specifiche, le quali con anticipo preparano l’endometrio per il ricevimento dell’embrione. La soluzione preparatoria viene trasferita nell’utero in modo indolore il secondo o terzo giorno, simulando così il processo di preparazione naturale. Il metodo aumenta le possibilità di successo del 20%.

  • Iniezione di plasma seminale (SPI)  

    L’attecchimento (impianto) dell’embrione nella mucosa uterina della madre rappresenta un processo molto complesso. Per evitare il rifiuto dell’embrione, il quale in parte contiene un materiale genetico “estraneo” del padre, l’organismo materno deve sviluppare un’immunotolleranza verso l’embrione.

    Ciò può essere supportato dal plasma seminale – eiaculato privo degli spermatozoi, che in maggior parte contiene la secrezione delle ghiandole seminali e della prostata. Le sostanze contenenti possono influire in modo positivo sulle reazioni infiammatorie e immunologiche, supportando così il ricevimento dell’embrione.

    Tramite la centrifugazione dell’eiaculato nel giorno del prelievo degli ovociti, gli spermatozoi vengono separati dal plasma seminale. Circa 0,1ml del plasma seminale viene introdotto in modo indolore nel collo uterino. Gli spermatozoi vengono utilizzati per la fecondazione degli ovociti prelevati.

Metodi di prelievo degli spermatozoi

  • Aspirazione degli spermatozoi dall’epididimo (MESA)  

    Il metodo è adatto per gli uomini, l’eiaculato dei quali è privo degli spermatozoi. Essi vengono ottenuti tramite l’aspirazione dall’epididimo e successivamente possono essere iniettati con il metodo ICSI nell’ovocita adatto. Il metodo MESA viene effettuato da un urologo specialista in anestesia totale.

    Il metodo MESA è quindi adatto per gli uomini con lo scarso numero degli spermatozoi nell’eiaculato, nel caso degli spermatozoi con la morfologia (forma) anomale o diffetti di sviluppo. Viene anche raccomandato nel caso dell’assenza degli spermatozoi nell’eiaculato e può aiutare dopo la vasectomia.

  • Prelievo degli spermatozoi dal tessuto dei testicoli (TESE)  

    Allo stesso modo come MESA, il metodo TESE viene effettuato in anestesia totale da un urologo specialista. Il metodo del prelievo degli spermatozoi dal tessuto dei testicoli si fa negli uomini con l’assenza degli spermatozoi sia nell’eiaculato che nell’epididimo. Dopo essere prelevati direttamente dal tessuto dei testicoli, gli spermatozoi possono essere utilizzati per la fecondazione dell’ovocita con il metodo ICSI (Iniezione de un ovocita).

    Il metodo TESE, nella stessa maniera come MESA, è quindi adatto per gli uomini con lo scarso numero degli spermatozoi nell’eiaculato, nel caso degli spermatozoi con la morfologia (forma) anomale o difetti di sviluppo. Viene anche raccomandato nel caso dell’assenza degli spermatozoi nell’eiaculato e può aiutare dopo la vasectomia.

  • La selezione degli spermatozoi immobili con un laser (LAISS)  

    Laser-Assisted Immotile Sperm Selection (LAISS) è un metodo che utilizza un laser per identificare gli spermatozoi immobili vivi.

    Il laser ci permette di scegliere per la fecondazione uno spermatozoo vivo tra gli spermatozoi immobili nel caso non ci siano gli spermatozoi mobili nel liquido seminale, per es. quando si tratta di una asthenozoospermia molto grave, oppure dopo un recupero chirurgico degli spermatozoi con i metodi TESE o MESA.

 

Siamo qui per Voi

Non avete trovato le informazioni che cercavate? La nostra coordinatrice risponderà volentieri a tutte le Vostre domande e Vi aiuterà con la prenotazione della visita presso il nostro centro.

 

Pavla Mizicova
ivf@unica.cz

Fissare l’appuntamento online

Il modo preferito del contatto

© 2014 UNICA, S.r.l., IC 44960867, con sede a Brno. Tutti i diritti riservati. L'uso del contenuto vietato senza una precedente autorizzazione.